Saldi 2017: guida agli acquisti “furbi”

Il primo Luglio qui in Lombardia inizieranno i saldi estivi e, come tutti gli anni, il mio mantra è: “Meno capi passeggeri, più acquisti pensati“.

Quando compaiono le scritte “saldi” la maggior parte di noi donne non capisce più nulla e finisce per acquistare anche cose di cui non ha bisogno, spinta solamente dal profumo di offerta. Il risultato di questi giri di shopping?? Sacchetti pieni di magliettine e top che ci stuferanno tra qualche mese (se va bene) e l’armadio privo dei capi basic salvavita.

Ecco un esempio di come agivo qualche anno fa, sensi di colpa compresi!

Fare acquisti intelligenti con i saldi… la mia strategia!

Per evitare di cadere in questo circolo vizioso, ho iniziato facendo pulizia del mio armadio (ve ne parlo qui) così da avere una visione chiara di quello che ho, di quello che compro ma non uso e, soprattutto, di quello di cui ho realmente bisogno.
Ho stilando quindi una lista, dividendo bene le cose di cui ho bisogno e quelle che vorrei. Ah, cosa fondamentale, durante questo procedimento mi sono concentrata maggiormente su capi che posso sì usare in estate, ma che potrò usare, ovviamente stratificando, quando (finalmente) tornerà l’autunno.

DI COSA HO BISOGNO?

  • 2/3 jeans di buona qualità: ho sempre acquistato jeans dalle grandi catene lowcost (Zuii, Stradivarius e Jennyfer sono le principali), però mi sono accorta che, già dopo pochi lavaggi, il tessuto tende a lasciarsi andare. Vorrei acquistare due modelli classici, magari  uno in nero e uno dal lavaggio medio, così da averli “per tutti i giorni”. Penso che proverò qualche modello nello store Levi’s a Vicolungo.
  • 3/4 reggiseni di buona qualità: anche per l’intimo, la qualità è importante! Troppo spesso ho acquistato modelli in sconto, ma assolutamente sbagliati per le mie necessità. Ho capito a pieno la differenza tra un modello buono e uno no durante i saldi invernali scorsi, quando ho acquistato due modelli di Oysho: tutto un altro pianeta rispetto a quelli di Tezenis che ero solita acquistare.
  • 3/4 T-Shirt: tutti gli anni mi dico che devo acquistare qualche maglietta basica, di quelle che stanno bene anche sotto ai maglioni e alle giacchette. Puntualmente finiscono i saldi e io ho fatto scorta solo di canotte improponibili! Per questa tipologia di capi, penso che cercherò “riparo” nei settori maschili, perchè trovo che le magliette da uomo mi vestano meglio e, soprattutto, non sono cortissime!
  • 2 pezzi sopra del costume: l’ultima volta che ho acquistato un costume è stato 3 anni fa, nei primi giorni dei saldi estivi. Mi sono fatta prendere dalla moda del momento, i sopra a fascia, senza pensare alla praticità. Vista l’impossibilità a utilizzarla, dovrò prendermi almeno un paio di sopra, per quando (se) andrò al mare.
  • 1/2 pezzi del costume: quando ho comprato la famigerata fascia, ho acquistato anche il sotto, ma sono stata più oculata, scegliendo uno slip nero basicissimo, perché ne avevo una o due rimasta dai “costumi passati”. Vorrei approfittare dei saldi per comprarne di nuove, così da mandare in pensione i due modelli infeltriti. Se vi chiedete perchè li ho divisi il motivo è semplice: preferisco non prenderli abbinati, per poterli abbinare in più modi.
  • bagaglio a mano: per quest’estate ho in programma qualche viaggio breve, giusto un paio di notti fuori casa, e non ho voglia di trascinarmi dietro la mia valigia XL. La mia idea era quella di acquistare un bagaglio a mano low cost, magari da Primark, perché durante i viaggi in aereo e in treno le valigie si rovinano tantissimo e spendere cifre alte non mi va molto. Penso che comunque farò un giro nei vari outlet di Vicolungo, magari trovo una mega offerta!

QUALI SFIZI CI TOGLIAMO?

  • gonne midi: le ho snobbate per mesi, poi ho iniziato ad utilizzare il modello in tulle che avevo nell’armadio dall’estate scorsa e mi sono definitivamente innamorata. Ho visto un modello rosa cipria su Zalando che mi piace moltissimo, infatti ho già iniziato a pensare a come abbinarla quando farà più freschino!
  • borsa blu elettrico: di borse non ne ho mai abbastanza, ma quelle che ho sono tutte in colori neutri (nero, grigio e beige), perciò vorrei un modello medium in un colore shock. L’avevo anche inserita nella mia ultima wishlist (leggila qui).
  • sneakers bianche: le mie Stan Smith, povere, hanno combattuto moltissime battaglie e sarebbe in realtà arrivato il momento di lasciarle riposare in pace. Di sneakers, però, ne ho, perciò non andrò alla vera ricerca di un loro sostituto, ma potrei farmi tentare da un buon modello in super offerta.
  • blazer dai colori neutri: da settembre in poi il mio capo must è il blazer e ne comprerei mille. Ho trovato sul mio fidato Zalando tre modelli che mi hanno fatto diventare gli occhi a cuoricino.
  • a metà tra lo sfizio e il bisogno, c’è un paio di stivali neri in pelle. Qualche anno fa, a settembre ne acquistavo sempre un paio in qualche negozio lowcost. Essendo di bassissima qualità, alla fine della stagione erano letteralmente da buttare. Anche in questo caso volevo investire in un modello un po’ più bellino e resistente. Un modello di Mango ha colpito particolarmente la mia attenzione, ma a prezzo pieno è troppo caro. Sarò fortunata da trovarlo in outlet? Magari anche scontato? Incrociate le dita per me!

Questo è il mio “piano d’azione” per quanto riguarda i saldi che inizieranno a breve. Voi come vi organizzate? Vi fate tentare dalle offerte?

Ho già programmato l mia “gita” a Vicolungo, perciò spero di mostrarvi presto i miei acquisti furbi.

Seguimi su Instagram (clicca qui) e sulla mia pagina Facebook (clicca qui) per vedere in anteprima i miei acquisti.

1 pensiero su “Saldi 2017: guida agli acquisti “furbi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *